1044 West 23th Street
Suite 721 New York NY 10010

Convegno internazionale di organologia “Il cembalo a martelli: da Bartolomeo Cristofori a Giovanni Ferrini” (21-22 ottobre 2017)

Il Convegno internazionale di organologia Il cembalo a martelli: da Bartolomeo Cristofori a Giovanni Ferrini è promosso da Fondazione Carisbo e Genus Bononiae Musei nella Città per onorare la memoria del Maestro Luigi Ferdinando Tagliavini, recentemente scomparso. Le ricerche del compianto studioso e musicista bolognese lo hanno portato più volte alle origini del pianoforte, alle figure del grande inventore padovano Bartolomeo Cristofori e del suo allievo Giovanni Ferrini di cui il Maestro possedeva uno straordinario cembalo-pianoforte. Il Convegno in programma a San Colombano (via Parigi 5, Bologna) tratterà temi inerenti la nascita del pianoforte alla corte dei Medici a partire dallo studio dei tre esemplari di Bartolomeo Cristofori a noi pervenuti e messi a confronto con gli strumenti costruiti dall’allievo Giovanni Ferrini e dall’erede d’oltralpe Gottfried Silbermann.
Durante il Convegno (partecipazione libera e gratuita fino ad esaurimento dei posti disponibili) verranno eseguiti brani su strumenti originali e su copie provenienti da altri musei e collezioni private.

 

Concerto di apertura
Basilica di San Petronio
Venerdì 20 ottobre

Ore 18 Concerto a due organi con Liuwe Tamminga, Luca Scandali e Francesco Cera

 

Programma Convegni
Museo di San Colombano
Sabato 21 ottobre

Ore 10 L’opera di un genio e l’importanza del mecenatismo
Saluti di Fabio Roversi-Monaco, Presidente di Genus Bononiae Musei nella Città e Liuwe Tamminga, curatore di San Colombano Collezione Tagliavini

Ore 10.15 Apertura dei lavori
Modera Gabriele Rossi Rognoni, curatore della Collezione di strumenti musicali del Royal College of Music di Londra

Ore 10.30 Bartolomeo Cristofori, studi e conoscenze
Gabriele Rossi Rognoni

Ore 11 The three Cristofori pianos
Stewart Pollens, già curatore della Collezione di strumenti musicali del Metropolitan Museum di New York

Ore 12.15 Intervento musicale
Liuwe Tamminga alla spinetta ovale Bartolomeo Cristofori (Firenze, 1690), copia di Kerstin Schwarz e Tony Chinnery e Temenuschka Vesselinova al pianoforte Bartolomeo Cristofori (Firenze, 1726), copia di Kerstin Schwarz (Zerbst, Germania, 1997)

Pranzo

Ore 15 Bartolomeo Cristofori e Giovanni Ferrini conservatori e costruttori: il loro intervento su due clavicembali napoletani
Grant O’Brien, già curatore della Russell Collection di Edimburgo

Ore 15.45 Alessandro Kraus e la sua meccanica di pianoforte già attribuita a Cristofori
Giovanni Paolo Di Stefano, curatore della Collezione di strumenti musicali del Rijksmuseum di Amsterdam

Ore 16.30 Presentazione del pianoforte-clavicembalo di Giovanni Ferrini (Firenze, 1746)
Anna Zareba e Graziano Bandini, con interventi musicali di Liuwe Tamminga

Ore 17 Per le vie della ricerca: Miscellanea su Giovanni Ferrini e Bartolomeo Cristofori
Maria Virginia Rolfo

Ore 17.30 Il cembalo-pianoforte di Giovanni Ferrini
Denzil Wraight

Ore 20.30 Concerto di Temenuschka Vesselinova al clavicembalo-pianoforte di Giovanni Ferrini e al pianoforte Bartolomeo Cristofori (Firenze, 1726), copia di Kerstin Schwarz

 

Domenica 22 ottobre

Ore 10 Presentazione del clavicembalo traverso di Giovanni Ferrini (Firenze, 1731)
Ottaviano Tenerani, Accademia Internazionale d’Organo “Giuseppe Gherardeschi” di Pistoia

Ore 10.45 The origins of the ‘soft’ and ‘loud’ pedals of the pianoforte
Michael Latcham, già curatore della Collezione di strumenti musicali

Ore 11.15 I pianoforti di Bartolomeo Cristofori e di Gottfried Silbermann
Kerstin Schwarz

Ore 12.15 Chiusura dei lavori
Saluto di Fabio Roversi-Monaco, consegna del premio REMA Early Music Award (Parigi) al Museo di San Colombano

Ore 12.30 Concerto di Matteo Messori al pianoforte Cristofori (Firenze, 1726), copia di K. Schwarz, e al pianoforte Gottfried Silbermann (1749), copia di K. Schwarz

 

Mostra di strumenti musicali

Cembalo traverso Giovanni Ferrini (Firenze, 1731) dell’Accademia Internazionale d’Organo “Giuseppe Gherardeschi” di Pistoia
Cembalo-pianoforte Giovanni Ferrini (Firenze, 1746) del Museo di San Colombano Collezione Tagliavini, Bologna
Pianoforte Bartolomeo Cristofori (Firenze, 1726), copia di Kerstin Schwarz (1997)
Spinetta ovale Bartolomeo Cristofori (Firenze, 1690), copia di Kerstin Schwarz e Tony Chinnery (2003), della Galleria dell’Accademia di Firenze
Pianoforte Gottfried Silbermann (1749), copia di Kerstin Schwarz (2013)

 

Museo di San Colombano Collezione Tagliavini

Inaugurato nel 2010, San Colombano ospita oggi la collezione di strumenti musicali antichi donata dal Maestro Luigi Ferdinando Tagliavini. Una raccolta unica per pregio che abbraccia oltre novanta strumenti quasi tutti funzionanti: clavicembali, spinette, arpicordi, clavicordi, organi, pianoforti; una collezione di strumenti a fiato e popolari; un gruppo di strumenti automatici. Il calendario di iniziative prevede una rassegna di concerti serali, un ciclo di pomeriggi musicali e conferenze dedicate alla musica presso la Biblioteca Oscar Mischiati.

 

Scarica il depliant del Convegno internazionale

Share