1044 West 23th Street
Suite 721 New York NY 10010

Esiti dei Bandi di finanziamento promossi nel primo semestre 2018

La Fondazione Carisbo ha pubblicato gli esiti dei Bandi di finanziamento promossi nella prima metà del 2018, a sostegno di progettualità proposte da organizzazioni senza fini di lucro del territorio e inerenti i diversi ambiti di intervento in cui opera la Fondazione, sulla base dei criteri già esplicitati nei Bandi. In particolare: la coerenza progettuale in relazione agli obiettivi e alla capacità di risposta al bisogno, il cofinanziamento e il coinvolgimento dei partner nell’iniziativa, il numero e la tipologia di beneficiari coinvolti, la dimensione dell’organizzazione e l’ambito di attività.

 

Bando Welfare Territoriale in numeri

Fondazione Carisbo ha destinato € 999.651 a 51 progetti selezionati attraverso il Bando Welfare Territoriale, rivolto a enti e associazioni di volontariato, cooperative sociali e altri organismi del Terzo Settore nell’intera zona metropolitana di Bologna. Il bando ha inteso fornire risposte concrete e strumenti pratici d’intervento con riguardo alle realtà del disagio giovanile (15), della disabilità (22) e delle nuove povertà (14). Si è calcolato che i beneficiari dei progetti saranno circa 2.600 persone suddivisi tra disabili, giovani in condizione di disagio e famiglie in difficoltà economica e che l’impatto finanziario complessivo dell’operato della Fondazione sarà di circa 3 milioni di euro.
La valutazione dei progetti si è basata, oltre che sulla coerenza del progetto rispetto all’obiettivo del bando e alle linee di indirizzo della Fondazione, sull’innovatività dell’idea progettuale e sulla sua sostenibilità, ossia la capacità del progetto di auto-sostenersi nel tempo dal punto di vista economico-finanziario. Sono stati considerati inoltre la ricaduta del progetto sul territorio, il numero di beneficiari, la quantità e la qualità delle risorse umane coinvolte, la congruità del piano economico ed infine la presenza di eventuali altre risorse finanziarie messe a disposizione da terzi.

 

Bando Innovazione Scolastica in numeri

Sono stati 47 i progetti selezionati con un impegno economico di € 731.300. Attraverso il Bando Innovazione Scolastica la Fondazione Carisbo ha voluto favorire la formazione degli studenti in una scuola di qualità attraverso lo sviluppo di competenze solide e mediante la lotta a fenomeni quali la dispersione scolastica, il bullismo e l’assistenza rivolta agli studenti svantaggiati. Allo stesso tempo, la Fondazione ha inteso offrire migliorie al lavoro degli insegnanti, garantendo strumenti all’avanguardia sul piano tecnologico e sostenendo le attività volte all’integrazione scolastica e formativa degli studenti con bisogni educativi speciali, al fine di agevolarne l’inserimento sociale, scolastico e, in futuro, lavorativo.
Tra i progetti selezionati quelli di 46 istituti scolastici secondari di primo e secondo grado di Bologna e del territorio metropolitano: Bazzano, Budrio, Castiglione dei Pepoli, Castel San Pietro Terme, San Giovanni in Persiceto,  Castel Maggiore, Crevalcore, Casalecchio di Reno, Castenaso, Grizzana Morandi, Imola, Monzuno, Porretta Terme , San Lazzaro di Savena, Sant’Agata Bolognese e Vergato, per un totale di oltre 20.000 studenti coinvolti.
Il forte riscontro d’interesse ottenuto dal bando, ha convinto il Consiglio di Amministrazione della Fondazione ad integrare il budget iniziale (fissato in  € 500.000) con ulteriori € 231.300.
La valutazione dei progetti è avvenuta sulla base di criteri quali la capacità di individuazione dei bisogni ed efficacia delle risposte; l’eventuale riproducibilità e sostenibilità del progetto, cioè la capacità di autofinanziamento e di aggiornamento del progetto nel tempo; il valore dell’iniziativa in termini di originalità e innovatività.

 

Bando Rigenerazione Urbana: conclusa la fase di pre-selezione

Sono 9 i progetti scelti  nella fase di pre-selezione della “chiamata” con cui Fondazione Carisbo ha messo a disposizione € 500.000 per il sostegno a progetti innovativi di recupero, riuso e riattivazione di spazi destinati alla fruizione pubblica, ad attività culturali, sociali e ricreative.
Il bando ha registrato una risposta dal territorio diffusa e, nell’ambito della selezione finale – che prenderà avvio il 16 giugno 2018 e si concluderà il 28 settembre 2018 – le organizzazioni dovranno dettagliare le idee progettuali presentate, fornendo i rispettivi particolari realizzativi, economici e di sostenibilità funzionali a una definitiva valutazione di fattibilità dei singoli progetti.

Share