1044 West 23th Street
Suite 721 New York NY 10010

Musica in Santa Cristina. Il concerto di giovedì 29 ottobre

Giovedì 29 ottobre 2015, alle ore 20.30, presso la Chiesa di Santa Cristina della Fondazza (Piazzetta Morandi) avrà luogo il secondo appuntamento con la rassegna Musica in Santa Cristina: Non solo Quartetto – Dal violino al quintetto, dialoghi fra archi e pianoforte, ideata e realizzata da Fondazione Musica Insieme. Saranno di scena il Quartetto d’Archi del Teatro San Carlo di Napoli, protagonista di una fruttuosa carriera internazionale, e Massimiliamo Ferrati, pianista che si esibisce nelle sedi più prestigiose, dall’Accademia di Santa Cecilia, al Teatro La Fenice, al Teatro dell’Opera di Roma. L’introduzione al concerto sarà curata da Luigi Buonomo, secondo violino del Quartetto del Teatro San Carlo.

Il Quartetto d’Archi del Teatro San Carlo è composto dalle prime parti dell’Orchestra del Teatro, tutti vincitori di concorsi internazionali e costituitisi in Quartetto proprio allo scopo di mettere a frutto le esperienze artistiche nel perseguimento di quella fusione – di qualità del suono, interpretativa – che ha reso unica questa formazione cameristica. Il Quartetto si è esibito per il Festival di Ravello, collaborando con Bill T. Jones, fra i maggiori coreografi dell’oggi, oltre che all’Arts Festival 2013 di Hong Kong, al Festival “Mozart” di Rovereto 2014, ed in tournée in Europa e America. A loro si unirà il pianista Massimiliano Ferrati, premiato nei principali concorsi internazionali, ed esibitosi sia come solista che come camerista al fianco di colleghi quali David Garrett, Danilo Rossi, Alessandro Carbonare, Sergey Ostrovsky.

In un ideale excursus lungo la storia del quartetto d’archi, esplorato sia nella sua unità che nelle singole voci dei suoi membri, sarà Mozart ad aprire il concerto, con il Quartetto in fa maggiore KV 590, suo ultimo tributo a questa forma. Terzo del gruppo dei “Prussiani”, dedicati al re Federico Guglielmo II, esso presenta una sensibile preminenza della parte del violoncello sulle altre voci, quasi un tributo al nobile destinatario, dilettante di questo strumento. A seguire la Sonata in mi minore KV 304 per violino e pianoforte, composta nel 1778 a Parigi. È questo un momento difficile per il compositore ventiduenne che ha appena perso la madre e ha visto naufragare il sogno di un futuro con la cantante Aloysia Weber, che diventerà poi sua cognata. Nella Sonata vibra un’atmosfera a tratti esasperata: la ribellione difficilmente repressa di uno spirito giovane che affronta i suoi primi grandi dolori. Dall’ultimo Quartetto di Mozart al primo di Béla Bartók, che chiuderà il programma: ispirato anch’esso da una delusione amorosa, il Quartetto op. 7 fu ultimato nel 1909 ed è ancora legato alle sonorità del tardo Ottocento, anche se già si scorgono i germogli di quel linguaggio profondamente legato alla tradizione popolare che caratterizzerà tutta la produzione della maturità di Bartók.
Protagonista del concerto sarà il Quartetto d’Archi del Teatro San Carlo, composto dalle prime parti del Teatro San Carlo, tutti vincitori di concorsi internazionali e costituitisi in Quartetto proprio allo scopo di mettere a frutto le esperienze artistiche nel perseguimento di quella fusione – di qualità del suono, interpretativa – che ha reso unica questa formazione cameristica. Il Quartetto d’Archi del Teatro San Carlo si è esibito per il Festival di Ravello, collaborando con Bill T. Jones, fra i maggiori coreografi dell’oggi, oltre che all’Arts Festival 2013 di Hong Kong, al Festival “Mozart” di Rovereto 2014, ed in tournée in Europa e America.
A loro si unirà il pianista Massimiliano Ferrati, premiato nei principali concorsi internazionali, ed esibitosi sia come solista che come camerista al fianco di colleghi quali David Garrett, Danilo Rossi, Alessandro Carbonare, Sergey Ostrovsky.

 

 

PROGRAMMA

  • Giovedì 29 ottobre 2015Wolfgang Amadeus Mozart
    Quartetto per archi in fa maggiore KV 590
    Sonata in mi minore KV 304 per violino e pianoforte
    Béla Bartók
    Quartetto per archi op. 7Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili.
    Si prega di confermare la propria presenza per avere accesso ai posti riservati al n. 051.19936369 (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18) oppure all’indirizzo e-mail eventi@genusbononiae.it

    Tutti i concerti avranno inizio alle ore 20.30.
    Non è consentito l’ingresso a concerto iniziato.

 

Share